SS.275 Itinerario Maglie – S. Maria di Leuca

Anno
2011
Titolo
Mitigazioni ambientali e paesaggistiche esecutive - SS.275 Itinerario Maglie - S. Maria di Leuca . Bando di Gara Anas S.p.a.
Luogo
Puglia - Provincia di Lecce
Committente
Technital S.p.a.

Il tracciato esecutivo si sviluppa nel territorio del Salento da Maglie a Santa Maria di Leuca per circa 40 km. La progettazione esecutiva degli interventi di mitigazione di linea ha avito come obiettivo ecologico e ambientale il raggiungimento di un climax stabile in terreni poveri, diminuendo gli interventi di manutenzione ordinaria post opera.

Attraverso la declinazione dei tipologici in base ai microambiti interferiti e ai diversi sedimi si sono ottimizzate la qualità dell’inserimento paesaggistico nel quadro percettivo locale e l’ economicità dell’intervento. In base  all’analisi della rete ecologica PPTR, si sono modificate alcune delle localizzazioni e degli allestimenti dei passaggi fauna, in rapporto alle tipologie di tracciato. Si sono implementate le fasce in prossimità delle colture in ambito agricolo di pregio (uliveti) che in prossimità dei nuclei urbanizzati, sia a scopo di limitare le emissioni aeriformi, sia per la ricomposizione del quadro paesaggistico fondiario. Per la conservazione e potenziamento della rete vegetazionale di supporto all’ambiente biotico residuale si sono implementate le fasce con maggiori potenzialità, collegate a nuclei spontanei preesistenti. Per il presidio della qualità dell’aria e del suolo, nelle aree intercluse dagli svincoli si sono previste maggiori coperture arbustive e arboree mediante il reimpianto di vegetazione di pregio.  Per ridurre l’interferenza delle visuali prevalenti si sono ridotte le fasce di mitigazione lungo i tratti in trincea, dove i nuovi tracciati si sviluppano in contraddizione con l’orientamento particellare prevalente. Ai fini della riconoscibilità degli svincoli e quindi della stessa sicurezza stradale si sono attivate maggiori aree di impianto di specie ornamentali che per persistenza fogliare e evidenza cromatica che risultano maggiormente efficaci alla riconoscibilità per gli utenti nei nodi e quindi della sicurezza stradale.

Gli interventi compensazione hanno riguardato la riqualificazione del sito del Menhir Calamauri, identificato e valorizzato dalla sede stradale con quinte arboreo e arbustive, e i percorsi ciclopedonali sviluppati per circa 13 km (10.500 m in sede propria e 2200 m in sede promiscua) con la realizzazione di un’area di sosta con info point e rent bike in corrispondenza della Stazione Gagliano- Leuca.